Crea sito

Tokyo Treat Premium Box Giugno 2015

Ciao a tutti! La box di oggi ha viaggiato veramente tanto per raggiungere casa mia, infatti proviene dagli estremi del continente asiatico… si tratta della Box di Tokyo Treat, azienda che si occupa di creare scatole contenenti snack e dolci tipici del paese del Sol Levante! La scatola in oggetto è del mese di giugno, ed è la versione “Premium”.

Tokyo Treat
dal Giappone con furore.. ecco Tokyo Treat!

 

Ora apriamo la scatola e vediamo quali meraviglie contiene!

All’interno della scatola c’è un foglio dove viene riportata la descrizione dei vari pacchetti presenti, ed è un foglio veramente importante, soprattutto considerando che per la maggior parte non contengono scritte in inglese, ma solo kanji! Al tempo stesso il foglio permette di capire quali snack si possono trovare nelle varie tipologie di box, in modo da poter capire quale sia effettivamente la migliore soluzione per un abbonamento.

Tokyo Treat
il foglio di copertura che riassume l’essenza di Tokyo Treat

 

Per prima cosa i 6 snack che sarebbero stati contenuti nella scatola più piccola:

Lotte’s “One Tab” Chocolate Bar

Niente di strano, è una tavoletta di cioccolato con mandorle e uvetta. Il cioccolato ha un sapore leggermente alcolico.

Tokyo Treat
finchè è cioccolato con me si va sul sicuro
Tokyo Treat
le mandorle all’interno

 

Baked Cheesecake Kit-Kat

Questi tre piccoli kit-kat sono aromatizzati alla cheesecake! Sono buoni, anche se il gusto è più simile al cioccolato bianco.

 

Tokyo Treat
adoro i kit kat… ma questi…?
Tokyo Treat
un po’ sciolto ma buono!

 

“Pokemon Karipori”

Se apprezzate il Giappone almeno una volta avrete avuto a che fare con i Pokemon. Questi dolci sono confezionati singolarmente in bustine che presentano quiz sul mondo dei mostriciattoli giapponesi, e sono bastoncini di zucchero all’esterno con una farcitura più morbida. Si tratta di due gusti, arancia e mirtillo (o qualcosa del genere).

 

Tokyo Treat
ebbene si. Anche io ho subito il fascino dei Pokemon..
Tokyo Treat
l’interno a prima vista è abbastanza simile all’esterno

 

 

Disney Chocolate Cream Biscuits

Biscotti con crema al cioccolato al latte. Forse il prodotto più simile agli standard occidentali a cui siamo abituati.

Tokyo Treat
sembra quasi un intruso un prodotto Disney in una scatola giapponese
Tokyo Treat
l’iconica forma di topolino attraverso un gustoso biscotto

 

Black Thunder

Una barretta di cioccolato e biscotto ricoperta di cioccolato. Questo è uno snack davvero gustoso, un peccato che sia piccolino!

 

Tokyo Treat
uno snack elettrizzante!
Tokyo Treat
anche se un po’ sciolto è buonissimo!

 

Cheese Wheel

Questi sono anelli (o ruote) di formaggio croccante, e hanno un odore davvero terribile. Il gusto non ricorda quello delle patatine al formaggio nostrane e non è nemmeno così buono da volerne mangiare altri.

 

Tokyo Treat
non vado pazzo per le patatina al formaggio.. e per questi ancora meno
Tokyo Treat
l’aspetto è buono, ma il gusto…

 

 

E ora i 5 snack che, uniti ai precedenti, formano il contenuto della Regular Box.

 

Apple Sweet Soft Candy DIY Kit

Ecco il primo dei fantomatici DIY Kit. Queste caramelle richiedono un po’ di assemblaggio: bisogna infilzare con uno stecchino le palline al sapore di mela, immergerle in una salsa densa e poi passarle nelle codette di zucchero, creando un mix di sapori e consistenze. Il risultato è un po’ appiccicoso ma buono.

Tokyo Treat
mi domando quanti comprino questi prodotti per le confezioni.. io lo farei ^_^
Tokyo Treat
il contenuto del Kit
Tokyo Treat
assemblaggio!
Tokyo Treat
gnam!

 

“Konjac Jelly Apple Standing”

Nonostante venga segnato come drink, e contenga in effetti un po’ di liquido, per la maggior parte è una sorta di gelatina al sapore di mela, da aspirare tramite la bocchetta. Non è niente male, ma è molto zuccheroso.

 

Tokyo Treat
all’apparenza succo di mela

 

Meiji “Gumichoco Strawberries”

Caramelle gommose alla fragola ricoperte di cioccolato. Sono molto morbide e probabilmente sono uno degli snack più buoni dentro la scatola. Inoltre dentro ce ne sono davvero tante!

 

Tokyo Treat
cioccolato e fragola? uno splendido mix!
Tokyo Treat
sono piccole ma saporite

 

Uji Matcha Choco

Questi snack di riso soffiato al cioccolato sono ricoperti da polvere matcha, una caratteristica polvere verde che viene usata per la produzione di tea in giappone. Al tatto sono molto morbidi e soffici e racchiudono la croccantezza del riso soffiato. Il sapore di tea verde stona un po’ con l’interno ma alla fine si mangiano volentieri.

 

Tokyo Treat
dicono che il tea verde serva a dimagrire.. però non così !!
Tokyo Treat
l’esterno è mollo ma nn si scioglie

 

“Sherbet Perot Grape!” Lollipops

Questo leccalecca al sapore di uva è accompagnato da una polverina allo stesso gusto sul fondo della confezione, dopo ogni leccata l’umidità della caramella fa aderire più polvere e quindi si continua a intingere fino a esaurirla. Idea originale e il gusto è buono.

 

Tokyo Treat
perfino un semplice lecca lecca all’uva in Giappone diventa un’esperienza fuori dal comune!
Tokyo Treat
la polvere si deposita nella confezione…
Tokyo Treat
…e il leccalecca ne cattura ad ogni passaggio

 

 

Infine gli ultimi 5 oggetti, unici per la scatola Premium.

 

Mario World 2 3D Chocolate Egg

Un uovo di cioccolato molto simile agli ovetti Kinder, ma meno gustoso, con all’interno una sorpresa dedicata a Super Mario World 2 3D. Io ho trovato Peach in versione gattina!

Tokyo Treat
It’s a me! Mario!
Tokyo Treat
meow!

 

Mochi and Soda DIY Kit

Un altro Kit, questo coinvolge il mochi, che è un impasto di polvere di riso molto appiccicoso. Nonostante l’esperienza faccia sembrare chi mescola gli ingredienti un chimico, il risultato è davvero pessimo. L’impasto mochi è insapore e la consistenza poco gradevole, e la gelatina da versare sopra alle “caramelle” ha un gusto che ricorda medicine orribili che prendevo da piccolo. Molto deludente!

 

Tokyo Treat
non lo nego, sti cosi mi attirano
Tokyo Treat
tre buste di polverine, una spatola e dei contenitori
Tokyo Treat
si usa l’acqua per mescolare gli ingredienti…
Tokyo Treat
…e il risultato è questo composto spugnoso
Tokyo Treat
si versa sopra questa gelatina maleodorante
Tokyo Treat
ed ecco il risultato

 

Punifuwa “Happy Kitti Peach”

Caramelle gommose alla pesca a forma di zampine di gatto. Ricalcano fedelmente i polpastrelli dei piccoli felini, e hanno un gusto molto forte di pesca, decisamente buono.

 

Tokyo Treat
meow
Tokyo Treat
il rosa è così tenero che sembra proprio la zampina di un micetto

 

“Happiness” Honey Butter Chips

Ecco qua. La pazzia coreana concretizzata in un pacchetto di patatine al sapore di miele e burro! A quanto pare sia in Corea che in Giappone sono molto richieste e si fa fatica a trovarle sugli scaffali dei negozi! A conti fatti hanno una vena dolce rispetto alle classiche patatine occidentali, ma sono abbastanza buone.

 

Tokyo Treat
ecco questo mi fa paura
Tokyo Treat
alla fine non sono per niente male!

 

In un bigliettino, la ragazza che si occupa della gestione dell’azienda, , mi ha scritto che purtroppo era finita la bevanda dell’originale scatola di giugno e quindi l’hanno sostituita con quella della scatola di luglio, che è.. una bibita frizzante e piccante al curry. Probabilmente avrei preferito l’originale alla frutta.. Non è particolarmente buona, e dopo ogni sorso sia il piccante che il curry si sentono tantissimo. Non è qualcosa che andrei a comprare di mia spontanea volontà, meglio una bevanda alla frutta!

 

Tokyo Treat
mi correggo, QUESTO fa più paura ancora

 

Ecco quindi tutto il contenuto della scatola di giugno di Tokyo Treat! Un totale di 16 diversi snack, al prezzo di 34,99$

Tokyo Treat
c’è da spizzicare per un mese?

 

Trovo davvero divertente tutto quello che proviene dal Giappone, a partire dalle confezioni dei prodotti fino al prodotto in sè è difficile non sorprendersi di quello che può nascondere una scatola come questa. Tokyo Treat è solo una delle aziende che si occupa di snack giapponesi, ma, a partire dalla presentazione e descrizione dei prodotti fino all’imballo, presenta una serietà che fa apprezzare l’impegno che questi ragazzi mettono nella loro azienda. Gli snack sono molto particolari e sebbene certi gusti siano discutibili, e altri lo siano ancora di più, buona parte del contenuto è gustoso ed è piacevole da sgranocchiare ogni tanto. Personalmente non credo avvierò un abbonamento mensile, più che altro perchè una volta tolta la curiosità iniziale, la scatola contiene prodotti che solitamente non cercherei e che non fanno parte della mia solita dieta. Ma non posso escludere che in futuro non mi venga di nuovo voglia di provare qualche altra follia giapponese!

 

Piccoli consigli tra amici: Tokyo Treat offre tre diversi tipi di abbonamento, a seconda della grandezza della scatola.

Small, 5 o 7 snack, al prezzo di 14,99$, Regular, 8-12 snack al prezzo di 24,99$ (un DIY garantito) e Premium, 13-17 snack al prezzo di 34,99$ (due kit DIY e un bonus garantiti).

Se volete provare una volta e togliervi la curiosità vi conviene propendere per la scatola più grande, in modo da avere un’esperienza più completa delle potenzialità che una box del genere offre.

Se invece intendete avviare un abbonamento non prendete la box più piccola, che contiene gli oggetti meno interessanti, ma considerate l’acquisto della versione Regular, con cui potete avere una maggiore varietà di snack.